MARCO OGGIAN - Union and racism

LA QUARTA TAPPA DEL MOACONCEPT TRIBUTE OSPITA MARCO OGGIAN

Lo street artist Marco Oggian ospite del Moaconcept Tribute, realizza un'opera presso la stazione di Montevarchi, con un messaggio forte e diretto contro il razzismo e le discriminazioni. 

"Voglio rappresentare la bellezza della diversità, dell'essere diversi".

Cosa ti ha ispirato a realizzare il tuo lavoro?
Con il mio lavoro, voglio semplicemente rappresentare la bellezza della diversità, dell'essere diversi.

Che ruolo ha per lei l'arte nella società di oggi?
Penso che l'arte non abbia un ruolo ben definito nella società; al contrario, è la società che plasma il concetto e la definizione di arte. Che cos'è l'arte? È la rappresentazione di un soggetto? È critica? È una discussione? Penso che questa sia la bellezza dell'arte, è qualcosa che davvero non sappiamo cosa sia, ma che ci fa provare forti emozioni.

Per quanto riguarda il tema che hai affrontato con la tua opera, quale messaggio vuoi trasmettere a chi la osserverà d'ora in poi?
Che il razzismo, oltre ad essere una merda, è fondamentalmente inutile.

Raccontaci un episodio della tua vita legato al tema che hai affrontato.
Beh, più che un episodio, posso semplicemente dire che attraverso le mie opere, cerco sempre di trasmettere un messaggio critico, ironico e forte, per sensibilizzare lo spettatore.

 

"L'arte non ha un ruolo ben definito nella società; al contrario, è la società che plasma il concetto e la definizione di arte".

MARCO OGGIAN | Biografia

Nato (1990, Venezia) e cresciuto in Italia, ma attualmente residente in Spagna, ha lavorato a più di 150 progetti in tutto il mondo.

Usando spesso forme semplici e colori brillanti per evidenziare questioni critiche, controverse e sociali, i suoi poster e le stampe sono stati protagonisti di molti momenti iconici negli ultimi anni. Dalle critiche alla guerra siriana alle rivolte di Black Lives Matters dello scorso giugno. Il forte sarcasmo ha generato due posizioni ben marcate nello spettatore. 

Dopo cinque anni di studio al Liceo Artistico Angelo Frattini di Varese e nonostante la sua espulsione dall'università in Svizzera, ha iniziato la carriera professionale lavorando come grafico per diversi marchi. Nel corso degli anni contribuisce alla creazione di "True Color Films" in Svizzera, uno dei più interessanti e innovativi studi di direzione artistica e audiovisiva specializzati in sport estremi in Europa. Ancora attivo.

Da allora, ha avuto l'opportunità di ampliare i miei orizzonti artistici collaborando con clienti di grande fama come Nike, Volcom, BMW, Vogue, Samsung, Saatchi & Saatchi e Firefox. I lavori di Oggian sono stati pubblicati in più di 30 libri su design, branding, illustrazione e tipografia e alcuni progetti sono esposti in gallerie di città come Parigi, Barcellona, Berlino, Londra, Milano, Seoul, Torino e Tokyo.